Username  
 
Password  
Password Dimenticata? | Registrati
 
lunedì 18 febbraio 2019  |commenti (0)
La storia delle "caffetterie" in tutta la Sicilia è legata alle trasformazioni sociali ed economiche dei primi anni del 1800, quando le famiglie nobili e quelle borghesi decisero di uscire dai fastosi salotti aristocratici del tempo per aprire luoghi pubblici di incontro e di "conversazione", dove si sorseggiava il caffè, quella bevanda esotica, scura, introdotta in Sicilia dai Cavalieri di Malta, che aveva conquistato, insieme alla cioccolata, il gusto dei signorotti e di tutte le classi sociali. ... [Continua...]
sabato 8 dicembre 2018  |commenti (0)
La grande piazza di Avola, bianca ed assolata anche a dicembre, è sempre piena di gente. Ogni domenica mattina, gli agrumai assieme ai "mediatori", tutti azzimati, discutono quietamente, come un rito. Stanno seduti l’uno accanto all’altro, spalla a spalla. Dirimpetto, dall’altra parte del marciapiede, ci sono i braccianti, gli operai stagionali, i muratori, i disoccupati in cerca di lavoro. C’è un clima strano di rancore. Si guardano, si salutano con gentilezza. Ma non si parlano. Sono passati cinquant’anni dai “fatti d’Avola”. Ma la ferita non si è mai rimarginata ... [Continua...]
giovedì 22 febbraio 2018  |commenti (0)
Saranno tutti lì insieme a protestare, operai, imprese, sindacati, associazioni, fianco a fianco sotto quel ponte del viadotto Salvia, tra Ispica e Pozzallo, che a vederlo sembra oggi come la testa di un tonno sventrato. E’ la più grande “incompiuta” delle infrastrutture siciliane, la Siracusa-Gela, l’autostrada che avrebbe dovuto collegare tre province della Sicilia orientale: Siracusa, Ragusa ed Agrigento. ... [Continua...]
sabato 16 dicembre 2017  |commenti (0)
Quattrocento sessanta milioni di euro. È quanto è costata alla collettività la "Nuvola" di Fuksas, il centro congressi inaugurato nove mesi fa (con tre anni di ritardo) a Roma nel quartiere dell’Eur. Conti alla mano, è l’opera pubblica, forse, più costosa mai realizzata nella capitale dal dopoguerra e anche tra le più contestate. ... [Continua...]
venerdì 28 aprile 2017  |commenti (0)
Portella della Ginestra- C’è una lapida di pietra bianca sulla spianata di Portella della Ginestra dove è incisa una poesia in dialetto di Ignazio Buttitta, marchiata con i caratteri rosso vivo: “U me cori doppu tantanni è a Putedda e’ nta petri e nto sangu di cumpagni ammazzati”. Dopo vent’anni, i tre leader sindacali confederali Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo hanno deciso di tornare proprio a Portella, sulle montagne grigie di Palermo, a celebrare quest’anno il Primo maggio. ... [Continua...]
1 <
> 37